Ultimi articoli
Home » Disturbo dell’apprendimento

Disturbo dell’apprendimento

ROCCA DI PAPA – Aula consiliare piena di docenti: un appuntamento di buon livello tecnico per addetti ai lavori

Aula consiliare gremita questa mattina per il convegno sul Dsa, il Disturbo specifico dell’apprendimento con particolare attenzione proprio al mondo scolastico. Sulla sedie del pubblico tanti i docenti e gli insegnanti presenti ed ai quali alla fine della giornata sono stati consegnati gli attestati di frequenza. L’iniziativa è stata organizzata dall’Amministrazione comunale in concerto col Parco dei Castelli romani e l’associazione dei Nuovi Castelli romani: tra i presenti, insieme al sindaco, ad un paio di consiglieri comunali e al consigliere regionale Simone Lupi (Pd), anche rappresentanti della Onlus “Aquilone rosa“.Una mattinata che ha registrato, dopo i veloci saluti iniziali, una interessante ed intensa serie di interventi tecnici e molto specifici che hanno offerto ai docenti intervenuti i fondamenti di una problematica il cui impatto sulla popolazione scolastica nell’età dell’obbligo è oggi considerato di circa il 10% per quanto il disturbo sia di controversa diagnosi.

Una ricerca del 1985 individuava 1 bimbo su 30 con diagnosi di disturbo specifico dell’apprendimento (DSA), mentre una ricerca della Università La Sapienza e della ASL 4 di Roma, presentata al III convegno nazionale dell’AID a Bologna nel 2000, individua Un’incidenza del 10% circa nella popolazione scolastica del ciclo dell’obbligo.

Questi dati ci suggeriscono che esiste ancora una controversia sulla definitiva oggettivazione della diagnosi dei DSA e dei disturbi dell’apprendimento più in generale. Il momento esatto della diagnosi diventa inevitabilmente soggettivo, perché frutto di una relazione tra singoli soggetti, l’educatore e l’educato, che non necessariamente scambiano informazioni in maniera comprensibile ed in modo biunivoco.

Questa difficoltà di comunicazione può dipendere da vari fattori: sociali, familiari, genetici, ecc. Talvolta esiste una oggettiva anomalia, non diagnosticata, nel funzionamento dell’organo sensoriale scelto per la trasmissione del messaggio informativo. Udito, vista, tatto possono avere durante lo sviluppo, da 0 a 14 anni, dei cali di prestazione e di efficacia dovuti a una difficoltà momentanea, peraltro del tutto normale, insita nell’evoluzione fisiologica di un organismo in accrescimento.

In queste fasi evolutive possiamo trovare gli organi sensoriali e di espressione del bambino sempre in tre condizioni di funzionamento:
1) stato di salute;
2) stato di compenso;
3) stato di disfunzione.

Questi stati valgono per tutti i sensi e restano dinamici per tutta la durata della nostra vita.

Esiste una scienza che sta studiando in maniera trasversale e multifattoriale lo stato di efficienza di questi sensori durante il loro sviluppo: la moderna posturologia o neurologia posturale. Comprendendo la loro fisiologia e osservandone gli effetti sul controllo dell’organismo, saremo facilmente in grado di capire alcune delle cause dei disturbi dell’apprendimento, D.A. e potremo immaginare delle strategie di intervento più efficaci per contrastarle e superarle.

Alla fine del convegno risulterà più semplice all’insegnanete capire l’origine delle difficoltà di apprendimento di ogni singolo bambino.
Ai partecipanti sarà rilasciato un attestato di frequenza

*** PROGRAMMA ***
SALUTI
Dott. Ettore Pompili (presidente onorario Associazione Nuovi Castelli Romani)
Emanuele Crestini (sindaco di Rocca di Papa)
Dott. Sandro Caracci (presidente del Parco Regionale dei Castelli Romani)
Dott.ssa Roberta Atzori (direttrice sede di Velletri, Università Telematica “Pegaso”)
On. Simone Lupi (consigliere Regione Lazio)
Dott. Giovanni Torroni (dirigente scolastico Istituto Comprensivo “Leonida Montanari”, Rocca di Papa)

INTRODUZIONE
Prof. Enzo Labasi (delegato alle politiche scolastiche di Rocca di Papa)

RELATORI
Atteggiamento posturale e disturbi dell’apprendimento, nuovi concetti
Dott. Mario Santoro, responsabile scientifico del progetto, odontoiatra e posturologo

Disturbi dell’apprendimento e ortopedia
Dott. Domenico Lecce, specialista in ortopedia e traumatologia

Disturbi dell’apprendimento e ruolo della postura
Dott. Umberto Scarpetta, posturologo

Disfunzioni visive e fatica nell’apprendimento
Dott.ssa Raffaella Bandoni, optometrista comportamentale, educatore visivo metodo Bates

Disfunzioni osteopatiche e problematiche di apprendimento
Dott. Riccardo Bianchini, M.R.O.I., osteopata e consultente del Teatro dell’Opera di Roma

Alimenti neurotossici e apprendimento
Dott.ssa Laura Fico, biologa nutrizionista, delegata al benessere scolastico di Rocca di Papa

I problemi dell’udito e lo sviluppo occlusale
Dott. Francesco Pantaleone, odontoiatra

La diagnosi condiziona il linguaggio del corpo?
Dott.ssa Mirella Carosi, psicoterapeuta cognitivo comportamentale
L’approccio psicomotorio come prevenzione
Dott. ssa Concetta Caligiuri, psicomotricista, neurofunzionale e specialista dell’età evolutiva

Come migliorare l’apprendimento attraverso il metodo Feldenkrais
Dott.ssa Daniela Sinapi, insegnante formatrice metodo Feldenkrais
Ins. Francesca Moretti, Ins. Doriana Ricci, insegnanti
metodo Feldenkrais

DIBATTITO

IN COLLABORAZIONE CON
Alimentari “La Familiare”
Società SIARC S.p.A.
Tipografia Renzo Palozzi
Bistrot 235

ilmamilio.it – contenuto esclusivo

Inserisci un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. Required fields are marked *

*

'
Scroll To Top

I cookie ci aiutano a fornire i nostri servizi e a renderli il più possibile efficienti e semplici da utilizzare. Utilizzando tali servizi, accetti implicitamente il nostro utilizzo dei cookie Informazioni aggiuntive

In linea con la legislazione Europea, l’Ass.ne NCR vuole garantire che ogni utente del sito web comprenda cosa sono i cookie e per quale motivo vengono utilizzati, in modo che possa decidere consapevolmente se accettarne l’utilizzo o no. Un cookie è un piccolo file di testo contenente un numero di identificazione univoco che viene trasferito dal sito web sul disco rigido del computer attraverso un codice anonimo in grado di identificare il computer ma non l’utente e di monitorare passivamente le attività sul sito. I cookie possono essere classificati in quattro categorie, in base alle loro funzionalità: Cookie strettamente necessari Cookie sulle prestazioni Cookie funzionali Cookie di profilazione Il sito web Nuovicastelliromani usa solo le prime tre categorie di cookie, per i quali non è richiesto alcun consenso Cookie strettamente necessari: Questi cookie sono essenziali al fine di permettere la navigazione del sito web e l’utilizzo delle sue funzionalità, come ad esempio l’accesso ad alcune aree protette. Senza questi cookie, alcune funzionalità richieste come ad esempio il login al sito o la creazione di un carrello per lo shopping online non potrebbero essere fornite. Cookie analitici: Questi cookie raccolgono informazioni su come gli utenti utilizzano il sito web ,ad esempio quali pagine vengono visitate più spesso , e se gli utenti ricevono messaggi di errore da queste pagine. Questi cookie non raccolgono informazioni che identificano un visitatore specifico. Tutte le informazioni raccolte da questi cookie sono aggregate e quindi anonime. Vengono utilizzate unicamente per migliorare il funzionamento del sito web. Questi cookie possono essere paragonati ai “cookie tecnici” quando in alternativa (i) sono usati direttamente dall’amministratore del sito per raccogliere informazioni in forma aggregata oppure (ii) sono gestiti da terze parti e specifici mezzi sono adoperati per ridurre la capacità dei cookie di identificare gli utenti (per esempio, nascondendo una parte significativa dell’indirizzo IP) e ove la terza parte li utilizzi esclusivamente per la fornitura del servizio. Per esempio esse archiviano i dati dei cookie separatamente senza incrociarli o arricchirli con altri dati personali disponibili. Cookie funzionali: Questi cookie consentono al sito Web di ricordare le scelte che l’utente ha effettuato ( come il vostro lo username, la vostra lingua o l’area geografica in cui vivete vive l’utente) al fine di ottimizzare e fornire funzionalità più avanzate. Questi cookie possono inoltre essere utilizzati per fornire funzionalità da voi richieste dall’utente come ad esempio la visualizzazione di un video o la possibilità di commentare un blog. Queste informazioni raccolte dai cookie possono essere anonime e non devono tracciare la navigazione e le attività dell’utente su altri siti web. Questi cookie possono anche essere definiti cookie tecnici. I cookie sopra citati sono definiti persistenti e la loro durata è stabilita dal server al momento della loro creazione. Gestire le preferenze sui cookie È da notare comunque che bloccando o cancellando i cookie usati sui nostri siti, l’utente potrebbe non fruire regolarmente i contenuti e i servizi sui nostri siti.

Close